LADUTI " Salute " Perdita di capelli e dieta: cosa si dovrebbe sapere

Perdita di capelli e dieta: cosa si dovrebbe sapere

Nutrizione per la perdita dei capelli

Perdita di capelli, indicato nel linguaggio tecnico come alopecia colpisce molte persone al giorno d'oggi. Gli uomini, in particolare, spesso soffrono di una maggiore perdita di capelli prima dei 30 anni, mentre in Donne soprattutto dopo la menopausa si verificano problemi corrispondenti. I tipi e le cause sono molto diversi. Così, nella grande maggioranza dei casi, la diminuzione della pienezza dei capelli è semplicemente ormonale, più precisamente, ereditaria. Tuttavia, c'è anche l'innaturale, perdita di capelli diffusa. La nutrizione e certi alimenti giocano un ruolo importante in questo caso, poiché una crescita sana dei capelli dipende da numerose sostanze nutritive.

Come far crescere i capelli

Al fine di evitare il Perdita di capelli vale la pena dare un'occhiata alle condizioni biologiche della crescita dei capelli. In totale, l'essere umano possiede circa cinque milioni di capelli, di cui Europei circa 100.000 sedersi sulla testa. Di questa percentuale, circa 100 cadono ogni giorno in modo completamente naturale, dopo di che la radice dei capelli ricomincia il processo di crescita. La radice dei capelli si trova sotto lo strato superiore della pelle e consiste, tra l'altro, in una papilla pilifera e una matrice, che rimangono entrambe per tutta la vita.

Durante un periodo da due a sei anni, queste formano cellule di corno ricche di cheratina, che alla fine formano il fusto del pelo, che migra sempre più verso l'alto. Tutto questo avviene con ogni singolo capello in un ciclo costantemente mutevole di fasi di crescita e di riposo, finché la radice del capello è attiva. Soprattutto, la gamma del tempo di crescita possibile mostra, più sana è la radice dei capellipiù la crescita è attiva e duratura. Se invece le radici ricevono troppa poca energia, smettono temporaneamente o anche permanentemente la loro attività e si verifica la perdita dei capelli.

Tipi di perdita di capelli

I capelli e la loro crescita sono quindi abbastanza complessi. Ecco perché la perdita di capelli può essere molto diversa Cause in modo che il suo eventuale trattamento sia altrettanto vario, anche se la nutrizione gioca sempre un ruolo aggiuntivo più o meno importante. Perdita di capelli genetica per esempio, non può essere fermato alla fine. In questo caso, la mancanza di crescita è dovuta a un'ipersensibilità delle radici dei capelli all'ormone Diidrotestosterone (DHT)l'ormone sessuale maschile, tra tutte le cose. Questa predisposizione colpisce una gran parte di tutte le persone ed è la causa più comune di fallimento ed è più evidente nella formazione di stempiatura. Tra gli altri Specie infine importante è la perdita di capelli diffusa. Qui la perdita di capelli si verifica in modo uniforme su tutto il cuoio capelluto. Le seguenti cose sono possibili fattori scatenanti:

  • Malattie come i disturbi del Funzione tiroidea o diabete
  • Uso di farmaci come gli anticoagulanti e i farmaci che abbassano il colesterolo
  • Stress sulla psiche, per esempio a causa di Stress
  • Fluttuazioni ormonali soprattutto nelle donne nel Gravidanza o menopausa
  • Mancanza generale di nutrienti

Perdita di capelli e dieta solitamente associati

In senso stretto, la perdita di capelli e la nutrizione sono quasi sempre collegate, o il contrario: un'assunzione sana di nutrienti aiuta a rallentare o a fermare del tutto la perdita di capelli. Perché anche se le malattie, le fluttuazioni ormonali e così via possono giocare o meno un ruolo, il corpo ha bisogno di nutrienti per tutti i suoi processi vitali. Energiache ha preso, tra l'altro, dal Cibo si riferisce.

Ma chi soffre effettivamente di una malattia, il suo corpo è in squilibrio e l'equilibrio energetico è più o meno disturbato. Quindi, un apporto equilibrato di tutti i nutrienti necessari è sempre importante. Per quanto riguarda i capelli, questo significa che in caso di perdita dei capelli, alcune sostanze nutritive non sono disponibili in quantità sufficiente e quindi la salute dei capelli è compromessa.

Vitamine che aiutano i capelli

Contro la perdita dei capelli si dovrebbe avere molti alimenti ricchi di vitamine hanno sul vostro menu e quindi mangiare abbastanza frutta e verdura. Fedele al motto "Una mela al giorno toglie il medico di torno".

Leggi ora  Perdita di capelli e carenza di ferro - connessione, informazioni e spiegazioni

La vitamina A, per esempio, assicura l'elasticità del fusto dei capelli e la robustezza contro gli stimoli esterni. Si trova nei latticini, nelle carote, nei peperoni e nelle albicocche, tra le altre cose.

La vitamina B è responsabile della produzione di sebo e del metabolismo nella radice dei capelli. È anche antinfiammatorio. I donatori di vitamina B sono generalmente carne, legumi e tuorlo d'uovo.

La vitamina C gioca un ruolo importante nella circolazione del sangue, perché è necessaria per legare e trasportare il ferro. Una carenza non è quindi benefica per la circolazione del sangue. Fornitori importanti qui sono tutti i tipi di agrumi e anche le verdure di cavolo.

La biotina provoca un'armatura a scala strettamente chiusa del fusto dei capelli, che a sua volta dà una struttura robusta e lucentezza. La biotina si trova spesso nella carne, nel latte, nei prodotti integrali e nelle noci.

Le proteine giocano un ruolo importante

I capelli sono costituiti in gran parte da cellule ricche di cheratina. Le cheratine appartengono alle proteine, cioè alle proteine. Pertanto, è necessario un ricco apporto di proteine. Se c'è una carenza, i capelli sono meno forti e resistenti e appaiono più opachi. Per inciso, le unghie sono in gran parte costituite da cellule di cheratina molto simili a quelle dei capelli. Così una sottoalimentazione si mostra anche lì, per esempio con una struttura fragile, rientranze o macchie bianche. Fortunatamente, la carenza di proteine colpisce i paesi occidentali in misura minore. Molti prodotti come carne, pesce, latte, patate, cereali e noci contengono proteine animali e vegetali.

Attenzione ai grassi e allo zucchero

Se si consumano troppi grassi e zuccheri, si danneggia tutto il corpo e soprattutto la pelle e i capelli. Questo perché un eccesso di zucchero inibisce l'assorbimento delle proteine dal cibo. Il grasso, d'altra parte, ha una doppia importanza. Troppo di esso provoca un aumento dei livelli di testosterone, che è tanto più dannoso soprattutto nei casi di perdita di capelli genetica. Inoltre, i grassi induriti possono ostruire i pori della pelle. Se questo accade sul cuoio capelluto, per esempio, a lungo andare fa degenerare la radice del capello. Tuttavia, questo non giustifica una rinuncia completa ai prodotti contenenti grassi. Dopo tutto, gli acidi grassi si trovano nelle membrane cellulari e sono anche importanti nel sebo, che mantiene i capelli elastici.

Nessuna energia con carenza di ferro

Ferro è uno degli elementi più importanti del corpo umano. Infine, ma non meno importante, gioca un ruolo decisivo nel trasporto dell'ossigeno e nella formazione del sangue ed è quindi responsabile dell'approvvigionamento energetico di tutte le cellule e della loro crescita. La perdita di capelli e il cibo sono quindi particolarmente legati quando c'è una mancanza di ferro, che è il caso di molte donne durante le mestruazioni e la gravidanza. Molti tipi di carne, noci, cereali e legumi sono adatti a compensare questo.

Gli oligoelementi sono importanti

Inoltre, il rame e lo zinco sono elementi significativi. Questi stimolano il metabolismo attraverso l'attivazione di enzimi. Questo è accompagnato dalla divisione cellulare e quindi anche dalla crescita dei capelli dalla radice dei capelli. Inoltre, lo zinco ha un effetto antinfiammatorio ed è necessario per la sintesi del collagene, che rafforza la struttura dei capelli e la tenuta dei capelli nel cuoio capelluto e quindi sostanzialmente contrasta la caduta dei capelli. Mentre il rame può essere assorbito attraverso noci, legumi, frutta secca e prodotti integrali, lo zinco si trova principalmente nei prodotti animali come formaggio, latte, uova e carne.

Vegani e vegetariani extra vulnerabili

L'esempio dello zinco mostra che la perdita di capelli e il cibo necessario è un argomento degno di attenzione per le persone con un piano di dieta speciale, per esempio i vegetariani e i vegani. Se non si consumano prodotti animali, bisogna trovare un equilibrio e può essere necessario prestare attenzione alle singole sostanze. Noci e semi di zucca sono le fonti più probabili di zinco. Se vuoi andare sul sicuro, dovresti fare un regolare controllo della salute con il tuo medico di famiglia. Un emocromo può identificare rapidamente le carenze e integrare l'apporto alimentare in modo mirato, o più precisamente, cambiarlo.

Leggi ora  Rimedi casalinghi naturali per la caduta dei capelli: cosa dà sollievo?

Fornire supporto con prodotti per la cura

Se la tua dieta è abbastanza equilibrata e la crescita dei capelli è ancora compromessa, potrebbe essere semplicemente dovuto allo stress e alle tensioni della tua vita quotidiana. Anche passare del tempo all'aria fredda in inverno ha il suo pedaggio sui capelli, così come la luce solare intensa in estate. Ci sono vari prodotti di cura per sostenere la rigenerazione. È importante usare un trattamento delicato.

Siero per capelli Laduti

Il Siero per la crescita dei capelli di Laduti per esempio, è basato su ingredienti naturali ed è stato sviluppato appositamente contro la caduta dei capelli e per un ciclo di crescita stabile. È sia libero da Minoxidil così come gli ormonied è per questo che non ci sono effetti collaterali conosciuti.

Gli integratori alimentari aiutano contro la caduta dei capelli?

Idealmente, l'uso di integratori alimentari è fatto in consultazione con un medico o almeno dopo una consultazione con il parrucchiere, che certamente conosce anche la materia. Inoltre, il corretto dosaggio è fondamentale. Perché con tutte le necessità dei nutrienti e delle vitamine menzionati, un eccesso di offerta può rapidamente trasformare l'effetto desiderato nel contrario e portare a problemi con la digestione o anche la ghiandola tiroidea. A questo proposito, come in generale per quanto riguarda la salute, anche per la caduta dei capelli vale quanto segue: Idealmente, mangiare sempre in una quantità regolata. Con la combinazione di una dieta equilibrata e una cura ottimale dei capelli, è possibile contrastare la perdita dei capelli. Il Prodotti di Laduti vi aiuterà a vincere la lotta contro la perdita dei capelli a lungo termine.

Crescita dei Capelli

FAQ - Domande e risposte

Perché dovrei cambiare la mia dieta se ho la perdita di capelli?

Perdere i capelli è un segno che non stai consumando abbastanza nutrienti. Evitare lo zucchero e i grassi malsani come un eccesso di acidi grassi omega-6, ha un impatto negativo sulla salute generale. Pertanto, frutta, verdura e cibi ricchi di proteine dovrebbero essere nel menu.

Qual è la migliore vitamina da prendere per la perdita dei capelli?

Oltre alle vitamine A, C, D ed E, la biotina (vitamina B9 o vitamina H) gioca un ruolo importante nel processo di crescita dei capelli. Rafforza anche la loro struttura della pelle e le unghie delle mani e dei piedi.

Qual è il modo più efficace per ottenere abbastanza ingredienti?

Con la giusta quantità, la misura intermedia è sempre la più sensata, così che, per esempio, una manciata di noci al giorno è sufficiente a coprire il fabbisogno giornaliero di biotina. Soprattutto le arachidi, le nocciole e gli anacardi sono ricchi di questo nutriente. Gli integratori dovrebbero essere considerati solo se non possono essere coperti dalle normali abitudini alimentari. Una discussione con il medico è sempre consigliabile in questo caso.

Quali integratori per problemi di capelli?

Questi dovrebbero essere usati solo se non ottengono abbastanza nutrienti appropriati attraverso il cibo. Questo può essere il caso dei vegetariani e dei vegani, per esempio, se mancano ferro e proteine. Tuttavia, anche i prodotti a base vegetale sono adatti in questo caso, anche se va sempre notato che il cibo normale è preferibile agli integratori. In modo ottimale, "integrano" il deficit di nutrienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello della spesa
Torna su